Incursione notturna dei lupi, sbranate vitelle in Lessinia: Che fare?

Due vitelle sbranate nella notte, a Sant’Anna Alfaedo ed Erbezzo. Uno dei due proprietari sarebbe arrivato pochi minuti dopo la “caccia”, vicino alla strada. È il bilancio dell’ultima incursione dei lupi in Lessinia. Risalgono a pochi giorni fa le polemiche sulle dichiarazioni del sindaco di Verona, Flavio Tosi (“Sparate ai lupi che si avvicinano alle case”): ora la convivenza con i grossi predatori selvatici sembra essere sempre più difficile. Tanto da spingere la Coldiretti provinciale a pronunciarsi in un appello, anche se non drastici come l’ordinanza che sta per essere preparata nel Comune capoluogo. “A questo punto – spiega Claudio Valente, presidente Codiretti Verona – è necessario che le amministrazioni interessate dalla presenza dei lupi si attivino a mettere all’ordine del giorno del proprio Consiglio comunale, come ha fatto quello di Velo Veronese la scorsa settimana, per deliberare di uscire dal progetto europeo ‘Life WolfAlps’ e di trasferire i lupi presenti in Lessinia in aree più idonee”.
lupi-lessinia-2-300x132
“I lupi – continua Valente – si sono spostati nella parte occidentale della Lessinia per un altro attacco al bestiame, un fenomeno quasi quotidiano nella parte centrale dell’altopiano veronese che aggrava sempre più la condizione degli allevatori. Queste predazioni, oltre a causare agli allevatori danni economici per la morte degli animali principalmente da latte, generano tutta una serie di altre conseguenze indirette. La presenza dei lupi sta, infatti, scoraggiando in molte aree l’attività di allevamento mettendo a rischio anche il tradizionale trasferimento degli animali in alpeggio che, oltre ad essere una risorsa fondamentale per l’economia montana, rappresenta anche un modo per valorizzare il territorio, la sua biodiversità e le tradizioni culturali che lo caratterizzano. In questa condizione, il lavoro degli allevatori è notevolmente cambiato, divenendo sempre più complesso e oneroso e stravolgendo le abitudini di una pratica storica. Non è infatti più possibile lasciare gli animali in alpeggio allo stato brado, impiegando il tempo in tutte le altre attività che caratterizzano il lavoro in montagna, dalla lavorazione del latte alla fienagione. Inoltre, lo spavento e lo stato di stress provocato dagli assalti, riduce la produzione di latte e causa aborti negli animali sopravvissuti”.
Fonte, http://www.veronasera.it/cronaca/verona-incursione-notturna-lupi-sbranate-vitelle-lessinia-sbranate-vitelle-lessinia-sindaci-prendete-posizione-23-settembre-2014.html

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

“Trofeo Trabucchi”: vincono i campanari di Lavagno

Il successo della squadra di San Pietro nasce dall’affiatamento tra vecchi che insegnano la tecnica e giovani che ci mettono passione.
09_29_are_f1_587_1_resize_597_334-300x168Va per la seconda volta in due anni alla squadra campanaria di San Pietro di Lavagno il trofeo intitolato ad Alberto Trabucchi…. «Dai più vecchi della squadra abbiamo appreso la tecnica ma soprattutto la passione», rivela Fabio Colombari a nome del gruppo dei più giovani. Il segreto del successo, che arriva dopo una decina di altri trofei vinti, sta proprio, secondo Fabio, «nell’unione di squadra dove giovani e anziani suonano bene insieme». Il campanile della chiesetta di San Marco, con il più piccolo concerto a 10 campane della nostra provincia, porta bene alla squadra di Lavagno, che nelle passate edizioni aveva vinto due primi posti con il concerto a 6 campane piccole. Sono una decina le squadre che hanno partecipato alla gara campanaria durata per tutta la giornata di domenica……….

Leggi tutto l’articolo qui: http://www.larena.it/stories/2595_val_dillasi/859234_vincono_il_trofeo_trabucchi_bis_per_i_campanari_di_lavagno/?refresh_ce#scroll=1999  Tratto da L’Arena, 24 /09/2014, di Vittorio Zambaldo

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

L’Architetto Vittorio Lino Bozzetto visita il Forte di san Briccio

13-08-2014
Invitato dall’Associazione All’ombra del Forte, per una visione accurata dello stato in cui oggi si trova il Forte, essendo lui uno dei massimi esperti in fortificazioni militari di epoca austroungarica. L’Architetto ha preso visione di tutte le parti del Forte, compresi i locali interni, accompagnato nella visita dal Pres. dell’Associazione prof.sa Maria Grazia Belli, dagli Architetti Luca Zenari, e Alessandra Sponda in qualità di assessore comunale con delega all’edilizia privata e all’urbanistica, dall’ing. Gasparini Paolo responsabile alla sicurezza del Forte, presenti alcuni volontari dell’associazione.
P1110909-2-300x217
Fonte http://www.fortesanbriccio.vr.it/

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Vino in Corte 2014 – San Briccio

Dal 5 settembre al 07 settembre evento enogastronomico tra le corti di San Briccio di Lavagno sorseggiando e degustando piatti tipici della liguria, romagna, sardegna, veneto.
Domenica pomeriggio corsa delle botti per le vie di San Briccio.
Vino in Corte 2014 è la nona edizione della manifestazione enogastronomia itinerante per le vecchie corti di San Briccio.

vino-in-corte-300x201Si tratta di un’iniziativa orientata alla valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici: per l’occasione il paese viene chiuso al traffico e si trasforma in un vecchio borgo illuminato da fiaccole, dove passeggiando per le antiche corti è possibile degustare vini abbinati a piatti tipici regionali. La proposta di questa edizione conduce lungo un percorso enogastronomico che attraversa alcune regioni italiane quali Veneto, Liguria, Romagna e Sardegna. Le corti del piccolo borgo di San Briccio di Lavagno ospitano ognuna una regione con prodotti tipici e i sommelier AIS sono pronti ad illustrare e consigliare gli abbinamenti ideali. Nell’ambito della manifestazione sono previsti anche alcuni eventi come la “Corsa delle Botti”, singolare gara a squadre, formate da due concorrenti, che si sfideranno su un percorso prestabilito spingendo una botte in salita e “Fiabe in Corte” appuntamento con giochi, fiabe e rappresentazioni dedicato ai più piccini. Un modo piacevole per passare momenti di allegria e sano divertimento. 
Da http://www.italianodoc.com/eventi/2014/lavagno.vino.corte.htm
http://www.cittadiverona.it/eventi/scheda13083/serate-enogastronomiche/vino-in-corte-2014–san-briccio.html

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter