NONNO, MI VIDEORACCONTI?

elisa_zoppei_-10-300x157La dott.ssa Elisa Zoppei giovedì 20 marzo presso la Sala Civica di Vago di Lavagno ha presentato il progetto di videoletture “Nonno, mi videoracconti?” tratte da “Il bosco delle storie“, collana di libri ad alta leggibilità per bambini con D.S.A.

Si tratta di dieci racconti illustrati e con sottotitoli in sintesi, letti da dieci nonni e raccolti in un DVD.

elisa_zoppei_-2-300x200

Durante l’incontro sono stati presentati tre racconti tra cui “Nel bosco di Tullio: pericolo scampato” letto dalla stessa Elisa Zoppei…

Lo scopo del progetto presentato va oltre la specifica finalità dell’aiuto alla lettura dei bambini con D.S.A.; si propone infatti di promuovere la lettura come valore in sè, iniziando dai bambini.

elisa_zoppei_-7-300x200

La scelta di lettori-nonni rappresenta l’ ideale continuità generazionale nell’amore per la lettura.  Il DVD rappresenta pertanto  un’occasione per godere la magia del racconto fiabesco fra le pareti domestiche oltre che nelle aule scolastiche, mentre la figura dell’adulto  diventa importante punto di riferimento, risorsa  di esperienza e saggezza.  La proposta dell’Ass. Il Cigno di avvalersi del sussidio audiovisivo per intrattenere le giovani generazioni con il fascino di buone e belle storie,  è da ritenersi particolarmente efficace per tutti i bambini, soprattutto per quelli che hanno problemi di dislessia, che possono aumentare  in modo gradevole e funzionale la loro capacità di ascolto.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Personaggi famosi e indimenticabili di I PROMESSI SPOSI

Bellissime pagine de I Promessi Sposi lette ed animate da Tiberio Bicego, Maria Teresa Rossi e e Lia Vagheggi. Per molti ospiti in Sala Civica di Vago è stato un modo anche commovente per ricordare letture di molti anni fa quando si era ragazzi. L’attore Tiberio Bicego inoltre ha cantato alcune canzoni tra cui L’Ave Maria di Fabrizio De André accompagnandosi alla chitarra…

 

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Tesseramento 2014 associazione “All’Ombra del Forte” 15 marzo presso il salone parrocchiale di San Briccio di Lavagno

Ha riscosso un notevole successo il tesseramento 2014 all’associazione “All’Ombra del Forte” svoltosi a San Briccio nel salone parrocchiale. Sono seguiti brevi interventi della presidente prof.ssa Maria Grazia Belli, del sindaco di Lavagno arc. Simone Albi, di Fausta Croce segretaria dell’Associazione, di Luca Zenari responsabile del tavolo tecnico del Forte e di Ivan Favalezza che ha implementato il sito web sul Forte. Poi la cena sociale.tesseramento_-1-300x200

La Presidente ha sottolineato, nel ringraziare i volontari presenti, che il Forte in un Comune diviso non solo territorialmente in tre frazioni, può essere un importante elemento di unione tanto è vero che ha avuto il contributo al lavoro dei volontari del sabato mattina degli alpini di Vago, San Pietro e San Briccio. “Forse l’avventura del Forte è anche un modo per cercare di ritrovarsi”.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Il forte di San Briccio e le fortificazioni militari del veronese: un patrimonio storico-culturale enorme da rivalutare e rivivere

Personalizzare-300x225Incontro del giovedì 13 marzo 2014 in sala civica a Vago.
Maria Grazia Belli, presidente dell’Associazione all’Ombra del Forte, ricorda di aver conosciuto il gruppo di studiosi di fortificazioni militari coordinati da Giorgio Trevisan in autunno quando, venuti a San Briccio per un sopraluogo al forte, in occasione di una campagna di lavoro dei sabato mattina: “ho subito pensato di invitarli a parlare all’Università Popolare del patrimonio storico-culturale delle fortificazioni militari di fine ottocento, specialmente quelle del territorio veronese” afferma Belli “anche per focalizzare meglio le scelte che stiamo attuando nel piano di riqualificazione del nostro forte, per metterlo in sicurezza ed aprirlo alla collettività”.
II primo intervento dell’incontro di studio è stato del dottor Leonardo Malatesta, direttore della fondazione Museo Storico del Nastro Azzurro http://www.museonastroazzurro.it/ e autore di varie pubblicazioni sul tema dei forti. Ha parlato dei piani di guerra e di fortificazione che l’esercito italiano sviluppò dal 1866 alla Prima guerra mondiale e poi del mancato ruolo che le fortificazioni italiane ebbero nel corso del conflitto mondiale.

Continua la lettura di Il forte di San Briccio e le fortificazioni militari del veronese: un patrimonio storico-culturale enorme da rivalutare e rivivere

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter