LA FOTOGRAFIA: TECNICA E STILE, PASSATO ANALOGICO E PRESENTE DIGITALE

Il 27 febbraio presso la sala civica di Vago il prof. Giuliano Bergamini ha tenuto una conversazione sulla fotografia, sia da un punto di vista storico che formale. Ecco alcuni cenni.
Ufficialmente la fotografia nasce nel 1839, ma solo “ufficialmente”…

Vista-dalla-finestra-a-Le-Gras-_1826-7-300x208

Nicéphore Niépce-Vista dalla finestra a Le Gras _1826

01-150x150

 In realtà già da secoli veniva utilizzata la cosiddetta “camera obscura”Camera_obscura_portable_late_18thC-300x263Esempio di dagherrotipo…
Nadar1

Nadar sul pallone…
Sony_mavica_fd5la prima macchina digitale in commercio…

bambini-mangiare-peso1-300x199

Belle foto perché…. Regola dei terzi / diagonali / linee di forza… Segure le regole o trasgredirle?  Istantanea…

E i sentimenti….??? edenlayingsappho-300x199

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

U.E. Pregi e difetti, opportunità e rischi

MG_4576-3-150x150Giovedì 20 febbraio, nella Sala Civica dell’Unione europea, che rappresenta i Governi dei singoli Stati membri; la Commissione europea, che rappresenta gli interessi dell’Europa nel suo complesso; il Parlamento europeo, che rappresenta i cittadini dell’UE ed è eletto direttamente dai cittadini. Inoltre esiste un super-organismo, il Consiglio Europeo costituito dai capi di Stato o di governo dei paesi membri e dal presidente della Commissione.
In questo momento gli stati dell’Europa del sud come Spagna, Portogallo, Grecia ed evidentemente l’Italia sono in grande sofferenza. Secondo l’onorevole Fontana “L’unità europea è necessaria in questo mondo sempre più globalizzato e transnazionale, ma va ripensata alla radice. Perché l’attuale Ue fa di tutto tranne che difendere i suoi Stati dal processo di globalizzazione, anzi col suo neoliberismo sfrenato è costruita appositamente per tutelare solo i grandi capitali finanziari ed economici che possono sfruttare un libero mercato ormai mondiale…”

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

LE TERME DI SIRMIONE

logo_terme_imgIl 13 febbraio presso la Sala Civica di Vago di Lavagno si è tenuto un interessante incontro sulle Terme di Sirmione. Il dott. Ignazio Carrubba ha esordito ricordando che oggi le Terme svolgono insieme la funzione “salute e benessere”: già gli antichi Romani parlavano si “salus per aquam”, dalle cui iniziali deriva l’acronimo SPA. L’origine è meteorica, cioè le piogge da migliaia di anni penetrano molto in profondità nelle fratture di faglia del Monte Baldo e risalgono, dopo essersi arricchite di minerali e riscaldate, nella parte sud del Lago di Garda. La sorgente d’acqua calda venne imbrigliata la prima volta da un palombaro nel 1889 e successivamente portata ai centri termali Catullo e poi Virgilio.
palombaro-150x150L’acqua termale di Sirmione è sulfurea e salso-bromo-iodica, sgorga alla sorgente a 68° per cui deve essere raffreddata prima dell’uso. Le cure termali di Sirmione sono indicate per diversi apparati, tra cui: locomotore, respiratorio, genitale femminile, vascolare e cutaneo, non quindi per l’apparato digerente e renale. Poi il dott. Carrubba si è soffermato sulle caratteristiche ed uso del fango, della balneoterapia, dell’idromassaggio ed in particolare sulla terapia inalatoria per adulti e bambini, per i quali è stato da poco costituito uno speciale reparto. Da ultimo, su sollecitazione dei presenti, sono state illustrate le modalità di accesso, dalla prescrizione medica alla visita prima iniziare qualunque terapia.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

La prevenzione delle malattie cardiovascolari

Interessantissima conferenza della dott.ssa Luisa Zanolla della Divisione Clinicizzata di Cardiologia di Verona su “La prevenzione delle malattie cardiovascolari: miti e fatti scientifici”.
IMG_7984-300x225
Partendo dal presupposto che “le malattie cardiovascolari rappresentano ancora oggi la principale causa di morte nel nostro paese, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi”, la relatrice ha affrontato l’importante e complesso tema della prevenzione delle malattie cardiovascolari, soffermandosi in particolare sui benefici di un sano stile di vita. Sono stati affrontati i principali fattori di rischio cardiovascolare come ipertensione, ipercolesterolemia, fumo, obesità, diabete e come prevenirli o limitarne gli effetti negativi. Da ultimo sono state prese in esame le cosiddette Leggende metropolitane come i cibi “senza colesterolo”, il caffè e il cioccolato confrontando le “verità” della pubblicità con i dati scientifici.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Incontro-dibattito presso la Baita Alpini di Vago

IMG_7589-150x150Il giorno 31 gennaio presso la baita degli alpini di Vago, su iniziativa del capo gruppo Francesco Lonardi, il sindaco arch. Simone Albi e la presidente dell’associazione “All’ombra del Forte” prof.ssa MariaGrazia Belli hanno incontrato i soci alpini e simpatizzanti per illustrare i lavori che i volontari stanno svolgendo per ripristinare l’agibilità del Forte di San Briccio.
invito-alpini-1-218x300
Il lavoro dei volontari è stato efficacemente illustrato da una presentazione fotografica del “prima” e del “dopo” ed ha fatto da sfondo agli interventi del Sindaco e della Presidente l’associazione citata, che hanno evidenziato l’importanza del Forte di San Briccio sia dal punto di vista naturalistico che economico. I volontari si trovano a lavorare ogni sabato mattina anche con brutto tempo ma, nonostante il loro impegno, è auspicabile che altre persone si uniscano al gruppo, iscrivendosi all’Associazione.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter