Surrender to the void

Officina Fotonica e Collettivo artistico Gruppo F sono lieti di presentare “Surrender to the void”, evento collaterale della rassegna artistico musicale Verona Risuona promossa dall’Accademia di Belle Arti di Verona, Conservatorio dell’Abaco di Verona, Università di Musica e Teatro di Goteborg.
Cover_Evento_Surrender2018

Sabato 26 maggio, a partire dalle 17.00, esposizioni, performance e concerti nei suggestivi spazi di Forte San Briccio (Lavagno). Il percorso espositivo coinvolge giovani artisti provenienti dall’Accademia di Verona, dalla Scuola di Mosaico del Friuli di Spilimbergo, ma anche semplici appassionati creativi desiderosi di comunicare la propria visione. Ci saranno performance di danza e teatro con il gruppo Contactiamoci e i ragazzi del corso coordinato da LeFave. Non mancheranno sperimentazioni interattive visuali, sonore e cinestesiche con Enzo Gentile e Marjolaine Uscotti. Spazio poi alla musica in tutte le sue forme: dalle 19.30, nei diversi stage allestiti all’interno del Forte, suoneranno tra gli altri Underwood (chill vibes) Immersiva (alternative rock), Ropes of sand (folk rock), Electric Circus (psichedelic jazz), Wide Blue (trip-hop). A seguire si balla in Piazza d’Armi con le selezioni acid-techno di Audio Chemicals e la bass music di Dj Cum. Ingresso a offerta libera. Bar e cucina aperti durante tutta la serata con ottima birra, panini e piatti caldi. Si ringraziano l’associazione All’Ombra del Forte e San Briccio in Festa per la collaborazione e il contributo. Programma completo sulla pagina facebook di Officina Fotonica.
LINK ALL’EVENTO:
https://www.facebook.com/events/228115634435886/
LINK UTILI:
http://www.veronarisuona.org/
www.officinafotonica.it
www.fotogrammifotonici.it

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

Fuochi nella notte

Officina Fotonica goes to Kroen.
Ci siamo! Stasera tutte e tutti al Colorificio Kroen.
Il circolo culturale Kroen, affiliato AICS, è situato all’interno di un ex-colorificio nella zona della ZAI storica di Verona e si occupa particolarmente di proposte musicali.
Apertura ore 22. Inizio concerti ore 22.30 puntuali.
Dopo i concerti abili selezionatori prolungheranno le danze.
Colorificio Kroen, Via Antonio Pacinotti, Verona, VR officina-fotonica

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

PIANO PER L’ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NELLA FRAZIONE DI VAGO DI LAVAGNO

Spesso chi non ha problemi di mobilità non si avvede, non è consapevole del fatto che i nostri centri abitati presentano scale, strettoie, attraversamenti difficile per le persone con difficoltà motoria. Sono le cosiddette barriere architettoniche, “ostacoli” che limitano o addirittura impediscono la mobilità delle persone che hanno una capacità motoria ridotta temporaneamente o permanentemente. Queste problematiche sono state sollevate in una importante conferenza presso l’Università Popolare di Lavagno dai dott. Davide Tamellini e Alessandra Sponda il 7 dicembre c.m..
I Comuni a normativa vigente sono tenuti ad elaborare dei “Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche”, cioè i P.E.B.A. e la dott.ssa Sponda, oggi architetto, con la sua tesi di laurea ha elaborato il P.E.B.A. della frazione Vago del Comune di Lavagno. Il Piano è stato realizzato usando un sistema informatico evoluto detto GIS (Geographic Information System) che, secondo le indicazioni delle Linee Guida della Regione Veneto (2009), unisce cartografie, esegue analisi statistiche e gestisce i dati attraverso tecnologie database. Il P.E.B.A. è ora a disposizione e, secondo l’architetto Sponda, “Il lavoro svolto, il materiale raccolto e gli elaborati prodotti costituiscono un punto di partenza per l’estensione del progetto alla restante parte del territorio comunale di Lavagno”.

Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter